* Gang - Camille Polet * * A l'arraché - Emmanuelle Nicot *  * Totally Lies - Robin Mognetti *  * Colombi - Luca Ferri * * Mantra - Ho Lam * * Sakhisona - Prantik Basu * * :/nterstellar - Maura Brewer * * Stanza 52 - Maurizio Braucci * * Via Roma - Jenna Hasse * * Valentina - Ben Guez * * Lost Exile - Fisnik Maxhuni * * Du plomb pour les bêtes - Théodore Sanchez-Wilsdorf * * Sie in him - Roman Hüben & Rhona Muhlebach * * Cuatro postales a Marta - Hernan Talavera *   Read more...
* SABATO 6 AGOSTO * * TAPAS BEACH (IMPERIA - BORGO PRINO) * * L'ULTIMA SPIAGGIA * * THANOS ANASTOPOULOS e DAVIDE DEL DEGAN * * ITALIA / GRECIA / FRANCIA 2016 * * 119 MIN * Read more...

 FILMCARAVAN

festival internazione itinerante del cortometraggio

2º EDIZIONE - 4 / 7 AGOSTO 2010

4 CERVO - 5 DIANO CASTELLO - 6 DOLCEDO - 7 VILLA GROCK

SCARICA QUI IL PROGRAMMA COMPLETO 

 

Teaser per l'edizione 2010 realizzato da Valeria Panizza e Onofrio Magro
sulle note di Sequenza V per trombone solo di Luciano Berio (1966)



«In "Sequenza V per Trombone Solo", il ricordo di Grock, l'ultimo grande clown, esce prepotentemente. Grock era mio vicino di casa a Oneglia: abitava in una strana e complessa casa di campagna sulle colline, in una specie di giardino orientale con piccole pagode, laghetti, ponti, ruscelli e salici piangenti. Con i miei compagni di scuola scavalcavo abitualmente le recinzioni del suo giardino per rubare le arance e i mandarini. Durante la mia fanciullezza, la vicinanza, l'eccessiva familiarità con il suo nome e l'indifferenza degli adulti, mi avevano preservato dal comprendere il suo genio. Solo più tardi, quando avevo 11 anni, ebbi la fortuna di vedere un suo spettacolo al "Teatro Cavour" di Porto Maurizio, e capii. Nel corso dello spettacolo, solo per una volta, improvvisamente si fermò e, fissando il pubblico, chiese "warum?" (perchè?). Non sapevo se ridere o piangere, forse avrei voluto fare entrambe le cose. Dopo quella esperienza non rubai mai più arance dal suo giardino. "Sequenza V" è un tributo a quel "warum", in italiano: perchè.» (Luciano Berio)

 

FILM PREMIATI

 

La giuria della seconda edizione di FILMCARAVAN, composta da Riccardo Castaldi, José Scanu, Francesca Faiella, Ann Chackraverty, Livia Carli, Stefano Senardi e presieduta da Mario Raimondo, ha assegnato due CARAVAN D'ORO, un CARAVAN D'ARGENTO ed un PREMIO SPECIALE ai seguenti film:


CARAVAN D'ORO
GLENN OWEN DODDS di Frazen Bailey (Australia, 2009)



Chi è Glenn Owen Dodds? Un imbroglione? Un ciarlatano? Oppure il creatore dell'universo? Ognuno ha solo cinque minuti per scoprirlo. Ma ciò che potrebbe scoprire Michael Radcliffe potrebbe essere niente meno che il senso dell'esistenza.




CARAVAN D'ORO
JITENSHA di  Dean Yamada (Giappone/Stati Uniti, 2009)



Mamoru Amagaya è un giapponese solitario la cui unica connessione con il mondo è la bicicletta. Dopo che questa gli è stata misteriosamente rubata pezzo per pezzo, Mamoru inizierà una lunga ricerca per riguadagnarsi i pezzi della sua bicicletta... e della sua vita.



CARAVAN D'ARGENTO
ANNIE DE FRANCIA di Christophe Le Masne (Francia, 2009)


Due sorelle di quindici e venticinque anni attraversano la Spagna in macchina con la loro madre per andare al matrimonio di un cugino che non hanno mai conosciuto. Per la madre, figlia di un rifugiato politico spagnolo, il viaggio è l'occasione per ritrovare il legame con le sue radici.




PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA
CAREFUL WITH THAT AXE di Jason Stutter (Nuova Zelanda, 2007)
Un bambino imita il papà e prova a tagliare la legna con la sua affilatissima e pesante ascia. Per tenersi in equilibrio avvicina pericolosamente il piede al tronchetto. Liberamente tratto dal celebre brano dei Pink Floyd "Careful With That Axe, Eugene", tra l'altro utilizzata anche da Michelangelo Antonioni nel suo film "Zabriskie Point"