* Marylin de Los Puertos - Evangelia Kranioti * * Idle - Raia Al Souleiman *  * Izlaz u slučaju opasnosti - Vladimir Tagic *  * Single Stream - Paweł Wojtasik, Toby Lee, Ernst Karel * * Blood Brothers - Marco Espirito Santo * * Obiekt - Paulina Skibinska * * Sthorzina - Dan Radu Mihal * * Courir après - Lucie Plumet * * El enemigo - Aldemar Matias * * Le mal du citron - Jeremy Rosenstein e Kaspar Schiltknecht * * En aout - Jenna Hasse * * Discipline - Christophe M. Saber * * The chicken - Una Gunjak * * Léone mère & fils - Lucile Chaufour * * Ramona - Andrei Cretulescu *   Read more...
* VENERDI 31 LUGLIO * * VIA SANTA CHIARA (IMPERIA - PARASIO) * * IRANIANO * * MERHAN TAMADON * * FRANCIA / SVIZZERA 2014 * * 105 MIN * Read more...
* SABATO 1 AGOSTO * * ORE 21.30 * * PIAZZA SAN TOMMASO (DOLCEDO) * * ZIVAN MAKES A PUNK FESTIVAL * * OGNJEN GLAVONIC * * SERBIA 2014 * * 64 MINUTI * Read more...


La giuria della seconda edizione di FILMCARAVAN, composta da Riccardo Castaldi, José Scanu, Francesca Faiella, Ann Chackraverty, Livia Carli, Stefano Senardi e presieduta da Mario Raimondo, ha assegnato due CARAVAN D'ORO, un CARAVAN D'ARGENTO ed un PREMIO SPECIALE ai seguenti film:


CARAVAN D'ORO
GLENN OWEN DODDS di Frazen Bailey (Australia, 2009)



Chi è Glenn Owen Dodds? Un imbroglione? Un ciarlatano? Oppure il creatore dell'universo? Ognuno ha solo cinque minuti per scoprirlo. Ma ciò che potrebbe scoprire Michael Radcliffe potrebbe essere niente meno che il senso dell'esistenza.




CARAVAN D'ORO
JITENSHA di  Dean Yamada (Giappone/Stati Uniti, 2009)



Mamoru Amagaya è un giapponese solitario la cui unica connessione con il mondo è la bicicletta. Dopo che questa gli è stata misteriosamente rubata pezzo per pezzo, Mamoru inizierà una lunga ricerca per riguadagnarsi i pezzi della sua bicicletta... e della sua vita.



CARAVAN D'ARGENTO
ANNIE DE FRANCIA di Christophe Le Masne (Francia, 2009)


Due sorelle di quindici e venticinque anni attraversano la Spagna in macchina con la loro madre per andare al matrimonio di un cugino che non hanno mai conosciuto. Per la madre, figlia di un rifugiato politico spagnolo, il viaggio è l'occasione per ritrovare il legame con le sue radici.




PREMIO SPECIALE DELLA GIURIA
CAREFUL WITH THAT AXE di Jason Stutter (Nuova Zelanda, 2007)
Un bambino imita il papà e prova a tagliare la legna con la sua affilatissima e pesante ascia. Per tenersi in equilibrio avvicina pericolosamente il piede al tronchetto. Liberamente tratto dal celebre brano dei Pink Floyd "Careful With That Axe, Eugene", tra l'altro utilizzata anche da Michelangelo Antonioni nel suo film "Zabriskie Point"